Non ce l’ha fatta il cane di piccola taglia rimasto vittima del litigio con un molossoide fuori dall’area cani dell’area Cantoni a Legnano, al Parco Falcone e Borsellino. L’episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio di venerdì 20 ottobre quando l’animale di grandi dimensioni sarebbe riuscito ad uscire dallo spazio dedicato allo sgambettamento dirigendosi insieme ad un border collie verso un cagnolino presente all’esterno con il suo padrone: come ricostruiscono alcuni testimoni presenti sul posto, quest’ultimo sarebbe stato attaccato alla gola dal Pitbull ed inultile è stata la corsa dei veterinari della clinica di via Dante, dove il cagnolino è stato operato e assistito. Nel tentativo di separare i due cani sono rimaste ferite quattro persone, portate in ospedale per medicazioni e accertamenti. Sul posto è intervenuta anche la Polizia Locale.  Avviate inoltre le procedure dell’Asl veterinaria che non ha ritenuto di isolare il cane.

Tanto lo spavento tra chi ha assistito alla violente lite, che ancora una volta impone una riflessione sulla gestione delle aree cani e sul comportamento che devono tenere i padroni per evitare episodi estremi come quello che si è consumato nel parchetto legnanese. «Per chi frequenta l’area cani, dove solitamente cerchiamo di prestare attenzione e riepetto verso tutti quelli che vi accedono, è stato un bruttissimo colpo – racconta una testimone – Il molossoide si è attaccato alla giugulare della vittima: abbiamo tentato di separarli ma non avendo il pittbull pettorina e guinzaglio è risultato impossibile».

«I padroni – spiega Roberto Villa, educatore, istruttore e formatore FICSS e fondatore di X Dog, associazione recupero Rottweilers – devono sempre rimanere all’interno delle aree cani, dare un avviso agli altri padroni dell’ingresso del proprio cane senza lasciarlo andare allo sbaraglio. È anche necessario prestare attenzione al suo comportamento durante la sosta, evitando di fare “capannelo” con gli altri avventori o di distrarsi con lo smartphone: le aree cani non sono salotti. Il molossoide non è più pericoloso di altre razze, bisogna sempre conoscere e sapere gestire il proprio cane. Non avendo assistito alla lite non posso entrare nel dettaglio della dinamica, certamente le urla e i movimenti concitati non fanno altro che agitare gli animali rendendo ancora più difficoltosa la loro separazione». Sempre per quanto riguarda la gestione delle aree cani, sarebbe utile l’adozione di tornelli per consentire l’ingresso ad un solo cane alla volta (funziona così l’area cani di recente inaugurazione a Cerro Maggiore) e una buona manutenzione.

L’esperto ricorda inoltre che tutti i padroni sono tenuti a portare con sè la muserola, che deve esssere indossata per legge da quei cani che hanno già ricevuto una ordinanza dal Comune per comportamento violento. Ottavia, educatrice FICSS della zona, porta poi all’attenzione il progetto del “Buon Cittadino a 4 Zampe”, che contempla anche una sorta di diploma per i padroni che adottano buoni comportamenti superando un test, invocando corsi di educazione cinofila da parte del Comune. 

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?