Arturo, il cane del bar Haiti multato dai vigili tre volte

Arturo, il cane del bar Haiti multato dai vigili tre volte

Savona – Arturo, un golden retriver di sei anni, non si scompone al via vai di clienti del bar: scuote il suo muso umido se qualcuno, senza volere, lo urta o lo accarezza e poi ritorna a dormire. Ignaro di avere causato già tre multe al suo padrone, Marco Casarino, titolare del bar Haiti di piazza Sisto IV.

L’ultima, che va dai 50 ai 500 euro (si deciderà in base alla gravità), è stata notificata al padrone del cane, nel suo locale in piazza del Comune, proprio ieri, dalla polizia municipale e fa riferimento a un episodio accaduto lo scorso 13 dicembre, il giorno della Fiera di Santa Lucia, quando la città è chiusa al traffico e letteralmente invasa dalle bancarelle della festa.

«Ore 10.15, davanti al bar Haiti, si trova incustodito e privo di guinzaglio il cane del signor Casarino», si legge nel testo della multa, in violazione dell’articolo 27 del Regolamento della Convivenza civile e Carta etica. Stesse motivazioni, che compaiono nelle altre due sanzioni precedenti: cane senza guinzaglio, pur se davanti al bar.

Il verbale, il terzo, ha mandato su tutte le furie Casarino che è esploso: «Ma con tutti i problemi che ha la nostra città, a partire dalla sporcizia e dalla scarsa sicurezza che coinvolgono anche la centralissima piazza del Comune, possibile che il problema dei vigili sia Arturo? Il mio cane non si allontana dall’area del dehor e dal locale e, per la maggior parte del tempo, sta sdraiato sullo zerbino, all’ingresso. Per il resto della mattinata è con una dog sitter, mentre al pomeriggio sta in casa». Arturo è diventato la mascotte dell’Haiti ed è il primo a riconoscere i clienti affezionati, prediligendo quelli che regalano a lui il biscottino che accompagna il caffè.

«Le regole esistono e vanno rispettate – la risposta del comandante della polizia municipale, Igor Aloi-. La discrezionalità e il cosiddetto buon senso hanno valore limitato: il nostro dovere è far rispettare una regola che, in questo caso, riguarda i cani, che vanno tenuti al guinzaglio, nel rispetto di tutti. Nessun accanimento: solo il nostro lavoro».

© Riproduzione riservata

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?