Modena, 23 marzo 2018 – Un gesto crudele e terribile, che avrebbe potuto avere risvolti ben più cruenti se l’animale, spaventato, non fosse con tutta probabilità riuscito a fuggire. Erano circa le 19.30 di mercoledì sera quando alcuni residenti hanno contattato il servizio di recupero gatti, gestito dal Comune. Sul ciglio della strada, infatti, in Stradello Tiepido, giaceva privo di sensi o quasi un giovane gatto, all’apparenza investito da un’auto.

Quando però il micio è stato recuperato, ai volontari è apparso subito evidente come l’animale non fosse stato vittima di un incidente stradale, ma di vere e proprie sevizie e maltrattamenti ad opera di ignari delinquenti. Il gatto, infatti, portato subito in ambulatorio, viste le gravissime condizioni in cui si trovava, è risultato completamente fradicio. Ma non di acqua o fango, bensì di gasolio. Qualche malintenzionato, forse con l’intento di dare poi fuoco al micio, infatti, lo aveva cosparso di liquido infiammabile.

La conferma arriva dalla dottoressa Adriana Pagliani, direttore sanitario della Protezione del Gatto onlus. “Il gatto era fradicio per i 4/5 della superficie corporea di un liquido che probabilmente era benzina o gasolio (si ritiene più probabilmente gasolio) – spiega. Le zone del corpo interessate erano testa, occhi, orecchie, collo, tronco, zampe anteriori e posteriori. Erano invece asciutte l’attaccatura della coda e la coda. Il gatto è stato portato subito in ambulatorio, dove è stato anestetizzato, ripetutamente lavato con appositi shampoo e messo in terapia intensiva come previsto in questi casi. Oggi (ieri, ndr), nonostante i 12/13 lavaggi effettuati, sul pelo del gatto è ancora apprezzabile l’odore di idrocarburi. Si ritiene che possa trattarsi di un brutto episodio di maltrattamento, perché probabilmente o il gatto è stato cosparso di gasolio o è stato gettato in un contenitore colmo di liquido infiammabile. Sembra difficile ipotizzare che ci sia finito da solo”, conclude al dottoressa.

Il gatto è al momento ricoverato in ambulatorio; le sue condizioni restano comunque gravi. Si tratta di un un maschio, giovane, di indole domestica e non presenta microchip. Potrebbe essersi allontanato da casa e, non è escluso, catturato da un gruppo di sadici vandali che hanno cercato di cospargerlo di gasolio per poi appiccare il fuoco. Questo tipo di episodi, purtroppo, come confermano dall’ambulatorio, non sono nuovi alle cronache.

L’animale è al momento affidato alle cure del centro, in attesa che i padroni, riconoscendolo, contattino la Protezione del Gatto Onlus. Solo grazie al lavoro dei volontari e, prima ancora, al buon cuore dei cittadini il micio è riuscito a salvarsi.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?