Misano (Rimini), 1 agosto 2018 – «MI spiace i cani non possono stare qui». Una normale e doverosa richiesta da parte dei vigili a un signore che si trovava tra la battigia e l’acqua con i suoi due cagnolini è bastata a scatenare la rabbia dell’uomo. Una scena a cui i bagnanti hanno assistito attoniti. Quell’uomo era una furia, raccontano, mentre colpiva con pugni e calci i due vigili che hanno impiegato non poco tempo per bloccarlo, ammanettarlo e portarlo al comando di Riccione. I fatti risalgono a domenica pomeriggio sulla spiaggia di Misano.

L’uomo si trova sulla battigia all’altezza del bagno 28 ed ha con sé i suoi due cagnolini. Sono le 17,45 e i cani giocano con l’acqua. Tutto tranquillo senonché bagnetto e passeggiata lungo la riva con il cane non si possono fare. Le prescrizione degli enti, Ausl inclusa, lo vietano, e Misano non si è ancora dotato di uno strumento come hanno fatto altre località, inclusa la vicina Riccione, per regolamentare la voglia di tuffi dei quattrozampe. Tant’è che sul posto arrivano i vigili, percorrono la passerella e arrivano a ridosso del signore. Gli agenti spiegano la situazione e l’uomo non la prende bene. Partono i primi insulti, i vigili cercano di farlo tornare alla calma, ma il 53enne che proviene dalla provincia di Arezzo, proprio non ne vuole sapere. Ancora insulti e minacce, poi la violenza.

Volano pugni all’indirizzo dei vigili che vengono colpiti più volte, poi calci e grida. Una furia lo descrivono alcuni bagnanti. Gli agenti cercano di prendere le distanze e riprendere il controllo della situazione, ma con l’uomo non si ragiona, passano i minuti e i bagnanti seguono la vicenda con l’immancabile smartphone. Video e foto diventano la colonna sonora che accompagna gli insulti, le grida e le mani dell’uomo che sventolano in aria. Mentre è in corso la zuffa, tra chi assiste si formano le tifoserie. Bagnanti divisi tra chi difende i cani, ‘non facevano nulla di male’, ma va fuori tema perché il problema è il padrone, e chi è disgustato da tanta violenza. Infine i vigili riescono ad avere la meglio, lo bloccano grazie anche alle manette. Il 53enne viene portato al comando per fargli passare i bollenti spiriti. «Il cittadino toscano – spiegano dalla Polizia municipale -, in evidente stato di alterazione psicofisica, alla presenza di numerosi bagnanti, ha dato in escandescenza una volta che gli agenti lo hanno invitato a non rimanere in quel luogo insieme ai suoi due cani». Sbrigate le pratiche i due vigili si sono fatti refertare le ferite subite, guaribili in alcuni giorni. Il turista aretino rimane a piede libero, denunciato per resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e lesioni. I cani sono rimasti spettatori della scena, incolpevoli per quanto stava accadendo.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?