LUZZARA. Ieri, dopo una mattinata dedicata alla formazione dei volontari a cura di Marco Pirondi, delegato provinciale della Cri, e sotto la direzione tecnica di Luca Migliavacca, responsabile della società “X-Plorer Academy” di Como, si è svolto il primo dei tre giorni di esercitazione delle unità cinofile della Croce Rossa con simulazioni di emergenza e ricerca di persone disperse, sia sotto le macerie che in superficie.
Impiegati 20 cani tra Labrador, Border Collie, Golden Retriver e Malenois, oltre dieci mezzi e una cinquantina di volontari provenienti da varie regioni d’Italia tra cui Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania e Sardegna. L’esercitazione si svolge tra case rurali abbandonate e diroccate e nella golena del Po. La base operativa è nel Parco Lorenzini.
Dopo un briefing dei partecipanti in municipio, dal pomeriggio e fino a domani, compresa la notte tra domenica e lunedì, Luzzara sarà invasa dai mezzi della Croce Rossa e auto private con cani al seguito. La X-Plorer Academy è nata con l’intento di formare operatori del settore della cinofilia moderna, tra cui educatori-istruttori cinofili professionisti che possano fare di una passione un lavoro. Il suo gruppo cinofilo ha già svolto vari interventi. Nell’Aprile 2009, con “Onda” (Labrador Retriver) è stato tra le prime unità cinofile ad intervenire nel catastrofico terremoto che ha colpito l’Abruzzo. A seguito dell’intervento è stato relatore al 12esimo International Rescue Dog Symposium , a Lubiana (Slovenia). Altri delicati interventi per il recupero di persone disperse sono stati effettuati nell’estate scorsa, dopo il terremoto che ha cambiato la geografia del centro Italia.
Alla domanda se esista una razza di cane maggiormente predisposta alla ricerca di persone, Migliavacca ha risposto: «Anche un meticcio può essere un ottimo cane da soccorso. In realtà ci sono alcune razze più predisposte di altre, ma non è una regola assoluta. Le caratteristiche richieste sono una stazza media per potersi muovere con facilità, un carattere socievole, curiosità, reazione agli stimoli e sopratutto un ottimo rapporto con il proprio conduttore, in quanto le attività di addestramento si basano sulla relazione cane- uomo. I volontari, inoltre, devono essere in grado di leggere carte topografiche, avere pratica dell’uso delle radio e dei sistemi Gps, saper affrontare la gestione di una ricerca in una zona ben delimitata, avere delle nozioni base di primo soccorso e approccio con la persona in difficoltà, avere nozioni di primo soccorso veterinario. Noi operiamo con qualsiasi condizione meteo, i volontari si addestrano con i propri cani in territori sempre diversi, sia in superficie che
in presenza di macerie, per essere preparati ad affrontare tutte le difficoltà che un intervento operativo potrebbe richiedere».
Vedere i cani all’opera alla ricerca di persone, ieri pomeriggio, è stato uno spettacolo di bellezza e di efficienza. (m.p.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?