Venerdì, 09 Ottobre 2015 16:55

Lorenzin 675 275Il Miinistro della Salute ha insistito sulla tracciabilità dei farmaci e su un sistema informativo uomo-animale per facilitare i controlli di veterinari e dei Nas. ll G7 dei ministri della Salute ha esordito ieri a Berlino sul tema della resistenza ai farmaci antibiotici, un tema già toccato in occasione del G7 dello scorso giugno, che anche allora vide i Governi dei 7 coinvolgere la professione veterinaria nelle strategie future.

Ieri Beatrice Lorenzin ha parlato di un “consumo esagerato di questi medicinali, che molti pazienti assumono senza alcun controllo medico o che vengono prescritti inappropriatamente, con troppa facilità e senza controllo diagnostico, sta creando in tutto il mondo occidentale, e non solo, gravi problemi sanitari e migliaia di morti. Agli antimicrobici assunti dagli uomini si sommano quelli dati agli animali e in molti Paesi i controlli sugli uni e sugli altri sono divisi tra vari ministeri. “In Italia, stiamo combattendo questo fenomeno sia sul fronte umano che veterinario”, ha assicurato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ai colleghi europei, americani, canadesi, giapponesi e al direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Margaret Chan.

“Sin dalla costituzione del ministero – riferisce AdnKronos Salute – si segue un approccio ‘one health’ che tiene uniti la sanità veterinaria, sicurezza alimentare, e la salute umana. Attraverso un approccio combinato si raggiungono ottimi risultati sulla salute umana come confermato dai test di laboratorio. La lotta all’antibiotico resistenza è uno degli obiettivi che perseguiamo con fermezza e, come ricorderete, nel semestre a guida italiana della Ue siamo arrivati a conclusioni importanti sulla sicurezza del paziente e la lotta alla resistenza agli antibiotici. Molto va ancora fatto, bisogna valorizzare il ruolo dei veterinari per poter controllare cosa viene somministrato agli animali e avere certezza nelle prescrizioni. Il tema dell’appropriatezza delle prescrizioni, come si sa, è all’ordine  del giorno in Italia, ma anche nel resto del mondo”. I ministri hanno
evidenziato la necessità di impedire un uso incontrollato dei farmaci, sia per le persone che per gli animali.

Lorenzin ha poi insistito sulla tracciabilità dei farmaci e su un sistema informativo uomo-animale per facilitare i controlli di veterinari e dei Nas. “Dobbiamo anche lavorare per incentivare le
vaccinazioni e le nuove terapie – ha concluso – così come le pratiche di igiene, spingere la ricerca a studiare lo sviluppo di nuovi antibiotici, farmaci meno remunerativi di quelli innovativi e
biologici, ma di cui abbiamo bisogno. Bisogna trovare strade nuove per spingere la ricerca e trovare investimenti, usando strumenti misti, partnership pubblico-private, creare fondi dedicati, agire su base
nazionale e transnazionale. Tutti insieme dobbiamo discutere e trovare soluzioni”.

Oggi il G7 si concentrerà sulla gestione delle emergenze sanitarie globali, sulle lezioni apprese con Ebola, sul ruolo di Onu e Oms nelle emergenze sanitarie.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?