Lunedì, 19 Ottobre 2015 12:37

andriuk vytenis Si è chiusa con un documento di raccomandazioni la partecipazione della Commissione Europea ad EXPO 2015. A conclusione del suo programma scientifico per Expo 2015, l’UE ha presentato una serie di raccomandazioni di esperti sul ruolo della scienza e della ricerca per il miglioramento della sicurezza alimentare e nutrizionale, tema dell’esposizione universale di quest’anno.

Le raccomandazioni post EXPO-  Le raccomandazioni sono state elaborate dal comitato scientifico indipendente dell’UE presieduto da Franz Fischler e concludono il programma scientifico dell’UE a Expo 2015. “Il conseguimento della sicurezza alimentare e nutrizionale richiede un solido impegno da parte dei responsabili politici”- ha detto Fischler- Siamo stati testimoni di questo impegno nel corso dei sei mesi di Expo. Queste raccomandazioni dovrebbero spronarci a profondere ulteriori sforzi in materia di ricerca e innovazione per contribuire a garantire la sicurezza alimentare e nutrizionale a livello globale e porre fine alla fame nel mondo.”

  • maggiori progressi in campo scientificoTibor Navracsics, Commissario all’Istruzione e Cultura ha dichiarato: “Per assicurare a tutti cibo nutriente e sicuro abbiamo bisogno di ulteriori progressi in campo scientifico. Plaudo all’enorme sforzo compiuto da scienziati, responsabili politici, rappresentanti dell’industria e cittadini per raccogliere dati concreti sulle sfide in materia di sicurezza alimentare. Queste raccomandazioni costituiscono una base preziosa per le future azioni di ricerca a livello dell’UE.”
  • gruppi di esperti internazionali sulla sicurezza alimentare– Al centro delle raccomandazioni vi è un appello del comitato scientifico affinché l’UE collabori con i suoi partner per istituire un gruppo internazionale di esperti in materia di sicurezza alimentare e nutrizionale allo scopo di rafforzare la ricerca in questo campo.
  • maggiore sensibilizzazione– È emersa l’esigenza di sensibilizzare maggiormente responsabili politici e consumatori/cittadini sui temi della sicurezza alimentare
  • collaborazioni e fondi- Migliorare la collaborazione tra agricoltori, enti di ricerca, governi e imprese e stimolare l’innovazione lungo tutta la catena alimentare (dal campo alla tavola) tramite una serie di strumenti di finanziamento, anche a livello dell’UE.

TTIP e OGM– Alla presentazione è intervenuto anche il Commissario alla Salute Vytenis Andriukaitis che è interventuo su due temi al centro del dibattito internazionale: TTIP e OGM.
“Il nostro pacchetto di regole sanitarie e fitosanitarie dovrà essere accettato interamente”, ha aggiunto, sottolineando che “Europa e Stati uniti sono d’accordo sul fatto che si debbano rispettare i rispettivi standard di sicurezza”. Per il commissario “non c’è miglior accordo” del Ttip “se vogliamo creare più lavoro, supportare meglio il mercato, crearne di nuovi e aprire le porte allo sviluppo”.
Sulla possibilità di vietare la coltivazione  nazionale di Ogm- dopo la recente risoluzione del  Parlamento europeo – il Commissario Andriukaitis ha dichiarato:  “Chi dice che gli Ogm fanno male alla salute dice una bugia, perché ci sono prove scientifiche che dimostrano il contrario”. Parla della necessità di valutare con attenzione eventuali “coltivazioni in grado di crescere con un minor consumo di acqua, e di produrre cibi con più proteine o con componenti adatti a persone che soffrono di allergie”. Se esiste, “dobbiamo incoraggiare questo tipo di agricoltura”, è il suo invito.

Lotta gli sprechi– Infine, riguardo alla lotta contro gli sprechi alimentari, il commissario annuncia che alcune misure saranno contenute nel pacchetto sull’economia circolare “che sarà pronto prima della fine di dicembre 2015”. Scendendo nel dettaglio, l’esponente dell’esecutivo europeo descrive alcune misure in esame: “Stiamo lavorando per facilitare le donazioni di cibo, ad esempio, o per uniformare le etichette sulla scadenza dei cibi e rendere la loro lettura più semplice”.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?