MERANO. La temperatura, all’esterno, era ben oltre i trenta gradi. L’aria afosa. Figuriamoci all’interno di un abitacolo, pur in un garage interrato, con un piccolo spiraglio del finestrino come unica fonte di ricircolo dell’aria. In questa situazione si trovava un cane, un Golden Retriever, quando l’occhio di due ragazze si è posato sull’auto, notando l’animale sofferente al suo interno. Hanno avvisato i vigili urbani che rapidamente sono riusciti ad aprire la vettura e a fare uscire il cane il cui proprietario ora passerà dei guai.Era il pomeriggio di sabato, la giornata più torrida di questa prima parte d’estate, quando si è verificato l’episodio. Nel pomeriggio, stando ai rilevatori del servizio meteo della Provincia, la temperatura ha toccato i 36-37 gradi, forse nell’isola di calore urbana anche qualcosa in più. Una cappa soffocante che solo i temporali della notte successiva avrebbero ammorbidito.Intorno alle 17 due giovani che avevano parcheggiato all’interno del garage interrato multilivello delle Terme stavano transitando di fianco a una Bmw dalla targa austriaca quando, buttando lo sguardo dentro all’abitacolo, si sono accorte della presenza di un cane di grossa taglia, ansimante. Non sapevano da quanto si trovasse lì, ma di certo il tempo sufficiente per creargli problemi. Dato l’allarme col cellulare, sul posto si sono precipitati due agenti della polizia municipale che in breve sono riusciti ad aprire una portiera e a estrarre l’animale visibilmente provato. Procurato un secchio con dell’acqua, il Golden Retriever è stato rinfrescato con uno straccio bagnato. Nel frattempo i vigili urbani si sono occupati di identificare il padrone, un meranese, rintracciato dopo due ore. Era andato alle Terme, a cercare quel refrigerio negato al cane. Nei suoi confronti è stata sporta denuncia.È un fenomeno purtroppo consueto che con le ondate di calore si verifichino emergenze per cani colti da colpi di calore nelle strutture veterinarie. Quando le temperature sono così alte bastano anche esposizioni di breve durata per provocare conseguenze serie. I cani non riescono a disperdere il calore e finiscono in ipertermia, raggiungendo i 40-41 gradi e cominciando ad ansimare, emettere gorgoglii, agitarsi.Se non si interviene per tempo sopraggiunge il collasso. In casi di emergenza, il comportamento consigliato è di abbassare la temperatura bagnando l’animale e di trasportarlo quanto prima da un veterinario lasciando i finestrini dell’auto abbassati per garantire massima ventilazione.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?