Lara ha appena due mesi ed è nata poco prima che la mamma morisse. Lei e i suoi otto fratelli, per fortuna, sono stati tutti adottati. Per loro c’è un futuro di affetto, cure e famiglia: tutto quello che non ha avuto la madre, chiamata dai soccorritori Luce, una meticcia che è stata sepolta viva in Calabria dal padrone, perché «colpevole» di essere incinta. Ritrovata da un gruppo di volontari è stata portata in salvo e curata, ma era ormai in coma e ricoperta di vermi: nonostante le disperate condizioni fisiche è comunque riuscita a dare alla luce i suoi cuccioli, che oggi sono un messaggio di speranza sbocciato in un terreno di crudeltà e violenza.

A Montecitorio

La cucciolata è arrivata persino a Montecitorio, con gli occhi ancora chiusi, allattati col biberon da Michela Brambilla e dalle volontarie della Lega italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente, fondata dalla deputata di Forza Italia. «Quando ho letto sul Corriere la storia dei cuccioli ho pensato che uno doveva essere adottato da noi, volevamo salvare una vita – racconta Margherita Menegozzi, 34 enne di origini albanesi, che vive a Lecco con il marito Stefano, il figlio Enrico e il jack-russell Bau.

«Bau è geloso»

Una famiglia appassionata di animali, che non ci ha pensato un attimo e ha imboccato la strada di Calolziocorte, dove i cuccioli venivano accuditi. «Ci ha scelti lei, ci è venuta incontro. Da una settimana Lara vive con noi e cerca di farsi amare da tutti, anche da Bau, che ovviamente è stato subito geloso».

shadow carousel

Lara e la nuova famiglia: il lieto fine di una storia tragica

Lara oggi vive in simbiosi con Margherita: «la porto al lavoro, a bere l’aperitivo con le amiche, ho deciso che starà per sempre attaccata a me, vuole dormire in braccio e ascoltare il battito del cuore. Chiude gli occhi e si addormenta». Per lei la famiglia ha cambiato anche i piani delle vacanze. «Non andremo più in Albania, dalla mia famiglia, ma ad Arles in Provenza, così i nostri cani potranno viaggiare con noi in auto e Lara potrà correre in campagna».

«Somiglia alla mamma»

Un messaggio importantissimo alla vigilia delle ferie d’agosto, quando si riproporrà per molte famiglie italiane il tema di come gestire gli animali domestici durante le vacanze estive. «Per noi lei è al centro delle decisioni: ha già sofferto abbastanza, anche se i veterinari dicono che è serena e che ha avuto uno svezzamento senza traumi. Mio figlio che ha 14 anni dorme con lei, tutti ne siamo conquistati». Lara somiglia molto alla mamma: «hanno gli stessi colori e probabilmente la stessa taglia, crescendo credo che ci ricorderà ogni giorno Luce».

Il bello dei meticci

Tra i messaggi c’è anche quello di non andare a cercare per forza un cucciolo di razza, quando si cerca un animale domestico. «Noi abbiamo un Jack Russell adorabile ma dopo aver conosciuto Lara non comprerei più un cane di razza, andrei a prenderlo in canile. I randagi ti danno un amore denso di gratitudine». Una storia con un doppio lieto fine: anche l’ultima sorellina sarà adottata. «Dopo aver conosciuto Lara una mia amica si è innamorata e domani andremo a prendere insieme la sua sorellina».

29 luglio 2018 (modifica il 29 luglio 2018 | 15:54)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?