Chi si somiglia si piglia. Mai proverbio fu più azzeccato per descrivere la passione che ha questo gatto senza orecchie per un pupazzo che, pur essendo a forma di foca, incredibilmente gli assomiglia. Le orecchie di Otitis sono state rimosse a causa di gravi cisti con cui è nato. E quando Molly Lichtenwalner, studentessa di Lancaster, in Pennsylvania, lo ha visto per la prima volta, se ne è perdutamente innamorata. 

© CATERS NEWS AGENCY

Un paio di mesi dopo l’adozione ha trovato in un negozio un peluche che sembrava proprio il suo micio: nonostante fosse una foca, aveva lo stesso musetto e due enormi occhi azzurri. E appena Otitis lo ha visto, si è come visto nello specchio e ha deciso di portarlo ovunque con se. 

Una amicizia speciale, proprio come quella fra Otitis e Molly. La ragazza, oggi 23enne, soffre d’ansia da quando è stato coinvolta in un incidente stradale. Ma da quando riceve le coccole del suo micio, «la salute è migliorata notevolmente». 

© CATERS NEWS AGENCY

«Dorme con me tutte le notti: non c’è niente di meglio di tornare a casa per ricevere le coccole e l’amore incondizionato che Otitis è in grado di dare», racconta. E il miglioramento è stato certificato anche dai medici, tanto da far ottenere a questo micio senza orecchie il titolo di ««animale da supporto emotivo». 

E non solo. Da quando Molly ha creato su Instagram l’account @theadventuresofotitis, il gatto è diventato anche una celebrità del web. Otitis vanta oltre 33.600 seguaci e sta per diventare il protagonista di un libro per bambini. «Mi auguro che tutto questo serva per far aumentare la consapevolezza sulla funzione terapeutica dei gatti sull’uomo ma tolga anche i pregiudizi sugli animali con esigenze speciali». 

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************