FORTE DEI MARMI. La libertà del cane di essere cane e di abbaiare è – dice da sempre la Cassazione – un diritto da tutelare. Ma se un cane abbaia in piena notte, tutte le notti (o quasi), per due anni di fila, beh, quello passa direttamentedalla natura al reato. Cioè: disturbo del riposo delle persone. Ed è il motivo per cui Gualtiero Vanelli, noto imprenditore del marmo carrarese, o “The marble man” come lo chiamano negli Usa, e titolare (insieme ad altri) del Nikki Beach di Marina di Pietrasanta, è stato condannato dalla Cassazione alla pena simbolica di 300 euro (pena condizionalmente sospesa). Con lui è stata condannata anche la compagna, la giovane modella polacca Natalia Kozior. I due cani che tenevano nella loro villetta di Forte dei Marmi, per due anni (dal giugno 2013 all’aprile 2015), hanno abbaiato – secondo quanto ricostruito dal giudice sulla base degli esposti e delle testimonianze dei vicini – notte e giorno, tenendo sveglio mezzo vicinato.circa l’entità del fenomeno rumoroso va fatta in relazione alla sensibilità media del gruppo sociale in cui il fenomeno stesso si verifica». Quindi: dal momento che i cani si sentivano ben oltre la villa, quello era disturbo della quiete pubblica. —

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?