Il triplice furto è avvenuto lunedì dalle 9.30 alle 13 quando i quattro condomini del secondo piano erano al lavoro ed è stato scoperto al rientro per pranzo.

I cittadini di Vigonza, esasperati, si sono organizzati in gruppi e si tengono in contatto fra loro. Venerdì hanno terminato una raccolta di firme per chiedere al Prefetto Patrizia Impresa di rafforzare la presenza delle forze dell’ordine sul territorio. 1.500 i sottoscrittori, la petizione sarà consegnata al sindaco e poi in Prefettura.

Il condominio di Vigonza preso di mira dai ladri

«La porta di casa, blindata, era regolarmente chiusa, ma non a doppia mandata come l’avevo lasciata» racconta Monica Pinton, una dei tre condomini derubati «e quando sono entrata Tiffany, la nostra cagnolina, mi è volata in braccio con il cuore che batteva forte. Poi ho buttato l’occhio sul corridoio e ho notato diversi indumenti a terra. Sono corsa a vedere le stanze, un disastro. I ladri avevano vuotato armadi e cassetti e gettato tutto all’aria, anche la documentazione di casa era sparsa sul pavimento. Ci hanno rubato tutto l’oro che avevamo, dalle catenine ai bracciali e perfino la fede nuziale. Ho salvato solo ciò che indossavo».

Il valore dei monili trafugati ammonta ad almeno 10 mila euro. La stessa cosa i ladri hanno fatto in altri due appartamenti vicini, anche qui sono spariti tutti i preziosi. Solo uno se n’è salvato perché protetto da allarme: i ladri l’hanno aperta e richiusa subito. Per accedere al palazzo si pensa che i ladri abbiano usato una schedina telefonica con cui hanno fatto scattare la serratura, mentre per aprire le porte blindate pare venga usata una chiave particolare. Perciò è bene dotarsi di serrature di ultima generazione».

È di ieri notte, invece, il furto in un ricovero attrezzi di via Cognaro a Murelle di Villanova di Camposampiero. Dove i predoni hanno rubato un decespugliatore, un avvitatore e un motocoltivatore per un valore di circa 1.500 euro. E proprio in via Cognaro i ladri avrebbero avvelenato dei cani, uno dei quali sarebbe morto. Tutti i furti sono stati denunciati ai carabinieri della stazione di Pionca.

©RIPRODUZIONE RISERVATA