BOLOGNA Un rettile fossile risalente a 75 milioni di anni fa, il più grande mai trovato in Italia. La scoperta di questo reperto eccezionale risale al 2010 e si deve a Paolo Giordani che si imbatté in un grande blocco da cui spuntavano imponenti denti fossilizzati in una cava di Novafeltria.

Solo ora il team di ricercatori dell’Università di Bologna è riuscito a dargli un nome e un’età: si tratta del fossile di un mosasaurus risalente alla fine del periodo Cretaceo. I mosasauri erano grandi rettili marini, lontani parenti dei serpenti e delle lucertole, comparsi 100 milioni di anni fa ed estinti – assieme ai dinosauri – 65 milioni di anni fa. Si tratta dei più grandi rettili vissuti sulla Terra, dopo i dinosauri; alcune specie earno lunghe 12 metri e pesanti fino a 10 tonnellate.

Il mosasauro trovato in Emilia-Romagna è un esemplare enorme: lungo dalla punta del muso alla fine della coda più di 11 metri e con una testa lunga un metro e mezzo. Impressionanti anche i denti, lunghi fino a 10 centimetri. In occasione della Settimana del Pianeta Terra, domenica 18 ottobre, il cranio del Mosasaurus sarà esposto nella grande sala del Diplodocus, nel Museo Geologico Giovanni Capellini di Bologna. La mostra è stata resa possibile grazie a un accordo tra Soprintendenza Archeologia dell’Emilia-Romagna e Alma Mater Studiorum. Per l’occasione il reperto sarà collocato su un’apposita piattaforma con illuminazione dedicata, base rotante e pannellistica per garantirne la fruizione a tutti i visitatori. In Italia i resti di mosasauro sono relativamente pochi, rinvenuti per lo più in Veneto.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?