Forlì, 18 giugno 2017 – Il sindaco di Santa Sofia Daniele Valbonesi ha firmato, il 14 giugno, l’ordinanza che disciplina la presenza e la circolazione dei cani nelle aree pubbliche. Il Comune ha voluto fornire, in primo luogo, un quadro normativo di riferimento a tutte le forze dell’ordine per scoraggiare, anche con sanzioni pesanti i comportamenti irrispettosi dei proprietari e dei conduttori dei cani.

«Il numero degli amici a quattro zampe è in aumento – commenta Valbonesi (a S. Sofia all’anagrafe canina ne risultano quasi 1.200 su una popolazione di 4.093 persone) –. Ho firmato l’ordinanza dopo che i tentativi di prevenire con l’informazione e l’educazione i comportamenti sbagliati hanno sortito risultati scarsi. Sotto accusa non ci sono i cani, ma i loro proprietari che non rispettano le regole del vivere civile. Vaste zone del paese presentano deiezioni, in particolare in alcune aree verdi del centro e soprattutto lungo il parco fluviale che è frequentato quotidianamente, complice il grande caldo, da centinaia di persone che cercano un po’ di refrigerio nelle acque del Bidente, ma i comportamenti sbagliati sono diversi. Nella prima fase le forze dell’ordine saranno tolleranti, poi i controlli saranno frequenti e le multe pesanti». Ecco cosa prevede l’ordinanza.

E’ obbligatorio che il proprietario abbia sempre a disposizione la museruola e che affidi il cane a persone in grado di gestirlo. In caso contrario la sanzione va da 50 a 150 euro. I cani circolanti in luogo pubblico o aperto al pubblico devono indossare la museruola e il conduttore deve tenere l’animale al guinzaglio lungo al massimo 1.50 metri (multe da 100 a 300 euro). Vanno raccolte sempre le feci con appositi sacchetti che vanno chiusi e gettati nei cestini pubblici (multe da 80 a 240 euro): in caso di mancanza dei sacchetti multe da 25 a 75 euro. Infine i cani non devono disturbare la circolazione e i cittadini che frequentano le aree pubbliche nè, soprattutto di notte, i vicini con i loro latrati. In questo caso le sanzioni vanno da 80 a 240 euro. «Alla base di tutto – conclude Valbonesi – è che il cane sia ben tenuto e al riparo dal caldo, dalle intemperie e sia accudito, pulito e controllato dal veterinario in modo costante».

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?