Piangeva disperato. Ed è stato proprio grazie ai suoi lamenti se questo gattino nero è stato ritrovato lo scorso 30 settembre da una coppia in un campo caravan. Lo hanno portato dentro alla loro roulotte e gli hanno dato da mangiare, ma il cucciolo non smetteva di miagolare disperatamente, rifiutando ogni genere di alimento. 

Moglie e marito si sono subito trovati d’accordo: se mamma gatta non si fosse presentata, se ne sarebbero presi cura loro. «Non sarebbe sopravvissuto ancora a lungo là fuori, la sua pelle aveva anche perso di elasticità, indicando una grave disidratazione». 

«Siamo andati a comprare un po’ di alimenti specifici per un gattino così piccolo, incluse delle confezioni di acqua elettrolitica, per aiutarlo nella reidratazione». Ma nonostante tutto il cucciolo si rifiutava di mangiare e la sua temperatura corporea continuava ad abbassarsi. 

«Allora lo abbiamo avvolto in una coperta», proprio come si fa con i neonati, e «abbiamo provato a farlo bere con una spugnetta di lattice». Ne hanno tagliato un pezzetto e imbevuto nel brodino. E il piccolo sembra avere apprezzato. 

Giorno dopo giorno ha iniziato a mangiare sempre di più, aumentando di peso. La donna si alzava anche nel cuore della notte per nutrirlo e vedere come stava. E i risultati si sono iniziati a vedere.  

I suoi grandi occhi sono tornati felici, ma quando hanno iniziato a lacrimare, la sua umana ha subito capito che c’era qualcosa che non andava. «Il veterinario ci ha confermato che stava sviluppando un’infezione agli occhi, ma per fortuna l’abbiamo presa ancora prima che presentasse dei sintomi». 

Mavis ora sta bene, e «se è sopravvissuto è stato solo merito di mia moglie», scrive con orgoglio l’uomo su Reddit. «Si è impegnata molto», regalando a questo micio una splendida seconda opportunità. 

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************