Da quando è scoppiata la guerra in Siria nel 2011 sono morte più di 400.000 persone e 11 milioni hanno abbandonato il loro paese per salvarsi la vita. Una famiglia, come tante altre, ha camminato per centinaia di chilometri attraversando la Turchia accompagnati dal loro gatto.  

La vita del povero micio è iniziata nel mezzo dei combattimenti e sua madre è morto poco dopo averlo partorito, uccisa da una bomba. 

Fortunatamente il piccolo è stato salvato dalle rovine di una casa a Damasco da una famiglia che lo ha adottato e lo ha chiamato Tabboush, ossia “paffuto”.  

Quando la famiglia ha dovuto abbandonare tutto per salvarsi dall’inferno della guerra, ha deciso di portare con sé anche il loro amico a quattrozampe attraverso il viaggio disperato durato centinaia di chilometri fino ad arrivare a Idomeni in Grecia. 

– VIDEO: LA FAMIGLIA SIRIANA CON IL LORO GATTO (clicca qui)  

«Mangia con noi, beve con noi, dorme con noi e si sveglia con noi», racconta la famiglia di Tabboush all’International Rescue Committee (IRC), un’organizzazione che li ha accolti dopo essere stati bloccati in un campo di migranti sul confine greco. E in quel luogo di disperazione la presenza di Tabboush regala momenti di sollievo, soprattutto ai bambini che stanno vivendo quel dramma con maggiore pena rispetto agli adulti. 

«Lui è la mia vita – racconta una delle ragazze della famiglia -. Non potrei vivere senza Tabboush»  

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?