Il freddo è arrivato, puntuale come i Babbo Natale arrampicatori sui cornicioni dei palazzi e le lucine intermittenti lungo le strade.

Mentre cercate di indossare quanti più maglioni possibili, di sicuro avrete sentito dire in giro la classica frase che caratterizza i tristi giorni di temperature polari: “oggi fa freddo cane”.

Ma vi siete mai chiesti come mai si prende ad esempio proprio il migliore amico dell’uomo come animale emblematico della stagione che si appresta ad incominciare?

Noi si. Ora vi sveliamo il motivo: se al giorno d’oggi queste bestiole vengono agghindate di tutto punto dai loro padroni (pensate alla sfilata di amici quadrupedi di ogni razza, all’inizio del film La carica dei 101) con piumini da neve, doposci, sciarpa e cappellino di lana, nel passato non era così.

Anzi, i poveri animali a quattro zampe erano costretti ad essere relegati fuori dalle abitazioni, con tanto di lacci e catene, a patire le intemperie. Ecco perché si associa il gelo alle sofferenze che i poveri cagnolini erano costretti a subire sulla propria pelle (nonostante la pelliccia che li ricopre).

I più curiosi e intenditori, però, sapranno senz’altro che c’è una seconda spiegazione all’espressione che stiamo analizzando. Si tratta di una consuetudine legata alle popolazioni artiche: gli eschimesi, come noi, utilizzano il detto “oggi ha fatto un freddo cane” alternato a quello meno diffuso “ha fatto freddo per due cani” per descrivere una temperatura così bassa da spingere a far entrare gli amici animali all’interno delle tende, in modo da avere dei termosifoni viventi e potersi riscaldare meglio.

Contenti? Adesso, oltre a lamentarvi per i primi malanni di stagione, avete un altro argomento di conversazione da spendere in queste giornate “canine”, magari davanti a una tazza di tè bollente.

[embedded content]

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?