Ogni padrone dovrebbe conoscerne i sintomi: novembre è il mese dedicato alla prevenzione e alla diagnosi precoce della patologia con tante iniziative in tutta Italia

Spesso si pensa che alcune malattie siano solo umane, ma molte delle patologie degli uomini in realtà possono colpire anche i nostri animali domestici, che ormai condividono con noi spazi e abitudini, non sempre corrette.

Il diabete, per esempio, è una malattia frequente e debilitante anche per cani e gatti: in Italia si stima che la patologia colpisca da 1 soggetto su 500 fino a 1 su 100, senza differenza di età, sesso o razza. Se diagnosticato tempestivamente e curato con una terapia insulinica, però, il diabete può essere gestito e l’animale può avere una vita normale.

L’iniziativa Mese del diabete del cane e del gatto, a cui partecipano decine di strutture veterinarie su tutto il territorio nazionale, ha proprio l’obiettivo di informare i proprietari di cani e gatti sulla patologia, a partire dai sintomi per arrivare alla diagnosi e alla prevenzione. Per tutto il mese, grazie al sostegno della Federazione Nazionale Ordine Veterinari e dall’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani, ambulatori e cliniche organizzeranno incontri e iniziative volte alla sensibilizzazione dei proprietari, il cui ruolo nella diagnosi precoce è centrale (qui potete trovare il calendario di tutti gli eventi).

Gli animali domestici, infatti, non sono in grado di comunicare il proprio malessere e quindi ogni padrone dovrebbe stare particolarmente attento ai campanelli d’allarme e ai segnali fisici per andare in tempo dal veterinario. Quali sono i sintomi più caratteristici? Sete intensa, urinazione abbondante, perdita di peso, letargia (l’animale è meno attivo o dorme di più), occhi opachi (nel cane), assenza di auto-pulizia (nel gatto) oppure ipelo rado, secco e opaco.

Terrier, Schnauzer nano, Beagle, Labrador, Barboncino, Samoiedo e Golden Retriever sono le razze canine più a rischio, ma in realtà il diabete può colpire qualsiasi cane tra i 4 ai 14 anni. Per quanto riguarda i gatti, invece, i più esposti al diabete sono quelli con patologie croniche del pancreas e malattie della tiroide oppure i maschi non sterilizzati.

Come nell’uomo, però, oltre all’età e ai fattori genetici, vanno tenuti in considerazione anche fattori di rischio legati allo stile di vita, quali obesità e poco esercizio fisico. Evitare che il proprio animale sia in sovrappeso (basta seguire una giusta alimentazione, sia per il cane che per il gatto) e assicurarsi che faccia un po’ di attività ogni giorno (il gioco e la passeggiata quotidiana hanno benefici anche sul padrone), così come fare attenzione ai primi sintomi è importante per evitare complicanze come la «cataratta nel cane, cioè una progressiva opacizzazione del cristallino che può provocare la cecità, e debolezza degli arti posteriori dovuta a un danneggiamento dei nervi nel gatto» spiega Federico Fracassi dell’Università di Medicina Veterinaria di Bologna.

Se però obesità e sedentarierà rimangono due fattori di rischio presenti nella vita del proprio animale domestico, allora «il proprietario dovrebbe sottoporre l’animale a controlli periodici – spiega Carla Bernasconi medico veterinario e vice-presidente della FNOVI – la valutazione iniziale può essere semplicemente l’analisi delle urine per ricercare la presenza di zucchero. Individuando la patologia precocemente e intervenendo con una tempestiva terapia insulinica, possiamo garantire al nostro animale un’elevata qualità di vita. Ricordiamo che la cura farmacologica è di pari importanza alla dieta e all’attività fisica, che sono alla base anche della prevenzione».

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Controlla le unghie del tuo gatto ogni settimana

Attenti ai graffi dei gatti, il rischio può essere la bartonellosi

Il cane vi lecca il viso? Potreste ammalarvi

La cannabis fa bene anche a cani e gatti?

Clown e animali aiutano a stare meglio

Chiedi un consulto

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?