I topi sono un problema rilevante all’interno di molte abitazioni. Proliferano in varie zone, dalle campagne alle fogne, poco importa dove la propria casa sia ubicata: senza alcun intervento in merito, è piuttosto comune che possano entrare all’interno di strutture abbandonate e non. In città, una mancata azione degli organi preposti alla derattizzazione genera una vera invasione, capace di raggiungere anche gli appartamenti situati ai piani più alti di una palazzina. La domanda che sorge è: cosa attira i topi e quali sono le soluzioni più efficaci per eliminarli o prevenire un’eventuale infestazione?

Che problemi comporta un topo in casa

La presenza di uno o più roditori entro le mura domestiche ha delle conseguenze, alcune solamente invasive e altre addirittura deleterie. I topi tendono a rosicchiare mobili, fili elettrici, contenitori di cibo e cercano di crearsi un posticino sicuro dove rintanarsi. Tuttavia questi danni non sono i peggiori. Il pericolo maggiore h costituito dalle malattie e parassiti che trasmettono, sia attraverso le feci sia con il loro mero passaggio.

Cosa attira i topi

Il problema dell’infestazione di topi in casa pur essere la conseguenza di una mancata prevenzione pubblica, di una presenza eccessiva di animali nella zona e dalla nostra poca attenzione. In sintesi:

  • mancata prevenzione pubblica: in questo caso parliamo di un’assenza di intervento pubblico che pur causare il proliferare dei topi. Ad esempio il mancato ritiro regolare della spazzatura o nessun intervento di derattizzazione;
  • presenza di colonie: pur capitare di ritrovarsi vicino un luogo dove questi animali si sono riprodotti tranquillamente, creando delle vere e proprie colonie. L’eccessiva popolazione spinge i topi alla ricerca di cibo;
  • la nostra mancata prevenzione: il lasciare i bidoni della spazzatura senza copertura oppure l’umido all’esterno, sono solamente alcune delle disattenzioni che possono richiamare i topi.

I roditori sono animali: come tali cercano cibo e un luogo dove soggiornare creando la propria tana. Fornendo loro ciò che serve, li invitiamo ad invadere le nostre case, le quali diventano ospitali concedendo riparo dalle intemperie e sostentamento.

Le precauzioni

Allo scopo di impedire l’infestazione di topi in casa, certamente la prevenzione diventa il primo imprescindibile passo. A tale scopo possiamo riassumere:

  • Sigillare bene la spazzatura
    Sia se tenuta all’esterno sia all’interno, è utile impedire l’accesso dei topi all’immondizia, specialmente all’umido il quale contiene resti di cibo;
  • Impedire l’accesso in casa
    Chiudere ogni possibile via di entrata, ad esempio eventuali tubi e condotti di ventilazione adoperando reti appositamente studiate per resistere al rosicchiamento, oppure le fessure usando la lana d’acciaio, acquistabile presso qualsiasi ferramenta.
  • Evitare di lasciare in giro resti alimentari
    Saggio h anche impedire l’accumulo di resti di cibo all’aperto. Un pranzo in giardino pur diventare un richiamo irresistibile, cir che cade sul pavimento h allettante. Per questo serve sempre pulire evitando di fornire motivi ai topi per avvicinarsi.

Soluzioni naturali contro i topi

Al fine di tenere lontani i topi, ma anche di cacciarli via, si possono sfruttare metodi totalmente naturali. Questi espedienti efficaci sono:

  • olio di menta piperita: basta inumidire dei batuffoli e posizionarli dove i topi possono accedere oppure transitare. Anche le piante di menta producono lo stesso effetto;
  • olio essenziale di eucalipto: considerato un ottimo deterrente, da utilizzare come valida alternativa all’olio di menta piperita;
  • pianta di alloro: molto diffuso nelle zone mediterranee, seppure apprezzato come aromatizzante per i cibi, risulta sgradevole all’olfatto dei topi;
  • olio