Se è vero quel che si dice che il mare è di tutti, allora anche i nostri amici a quattro zampe hanno il diritto di passeggiare sulla sabbia, respirare l’aria salmastra e farsi una bella nuotata in acqua. In verità, per la maggior parte delle persone è difficile immaginare una spiaggia per soli cani dove possano correre liberi tra gli ombrelloni, rotolare sulla sabbia, mangiare crocchette come se stessero a casa propria e dove l’assoluta priorità sono loro, mentre il padrone viene considerato in quel caso un ospite. Ma, per quanto insolito sia, da domenica primo luglio è nata sul litorale di Sabaudia “Bau Beach”, la spiaggia pensata a regola d’arte per i cani. “La pazza” di tale iniziativa, come si definisce proprio lei scherzandoci sopra, è Serena Lombo, presidente dell’Associazione Mondocane di Borgo Vodice, che con il sostegno del Comune di Sabaudia ha potuto realizzare un progetto umanitario le cui peculiarità incontrano le esigenze dei cani e dei loro padroni. La spiaggia è riservata a tutti i cani regolarmente iscritti all’anagrafe canina in regola con le vaccinazioni, e chi è senza cane non può scendervi. “Sono sei anni che siamo presenti – spiega minuziosamente Serena -: prima eravamo al Campeggio Sant’Andrea al km 27,500, ma da quest’anno siamo qui, in zona Bufalara, poco distanti da un chiosco, proprio per offrire un servizio di ristoro alle persone. Alle necessità dei cani ci pensiamo totalmente noi”. Precisamente funziona così: i padroni dei cani hanno a disposizione – gratuitamente – un ombrellone, una sedia ed un lettino. C’è anche la sedia job per portare le persone disabili in acqua. Tutto gratis. Se vogliono, possono lasciare una donazione alla causa. Al km 22,400 dl litorale pontino ci sono contenitori con palline da tennis per giocare, crocchette, doccette per lavarsi e salvagente per loro. Non manca davvero nulla al loro confort, un kit completo e totalmente gratuito che assicura un soggiorno di lusso su un rettangolo di spiaggia pulita e ordinata perché, come ci riferisce Serena, la pulizia è fondamentale. “I cani sono degli esseri intelligentissimi – prosegue riferendosi al comportamento degli animali –. Qui in spiaggia si stabiliscono delle gerarchie, ognuno delimita il proprio spazio vitale e la cosa importante è che ci sia un rapporto paritario”. Specifica poi che è vietato l’accesso di cagnette in estro e di cani con sindrome aggressiva: quest’ultima viene rilevata sia attraverso lo studio iniziale dell’animale, sia mediante un lettore micro cip che ne indica la sintomatologia. Nella maggior parte dei casi, comunque, l’indole del cane si inquadra al primo colpo d’occhio. E Serena è maestra in questo perché vive nel suo rifugio a Sabaudia circondata da 49 cani, di cui 11 disabili, salvati da incidenti e curati da lei con quell’amore quasi materno che si è soliti rivolgere ad un figlio. “Siamo contenti di quello che facciamo – aggiunge infine soddisfatta -. Le persone rispondono entusiaste e da quando si è sparsa la voce giungono da ogni dove, senza contare che tale servizio favorisce anche una prevenzione sull’abbandono degli animali”.

Altre spiagge a Anzio, Pomezia e Nettuno
Nessuna spiaggia per cani a Latina, San Felice e Terracina. Ce n’è, però, una ad Anzio, in località Lido dei Pini, due a Torvaianica nei pressi del Villaggio Tognazzi e tra via Praga e via Budapest e due a Nettuno, in zona Marinaretti ed in zona San Rocco.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?