Fonte: adnkronos.com

I pinguini dagli occhi gialli, il Kea (l’unico pappagallo alpino al mondo) e il tuatara, ultimo sopravvissuto di un gruppo di rettili che esisteva già ai tempi dei dinosauri: sono queste le specie a cui potremmo dover dire addio, per colpa dei cambiamenti climatici. In linea con le temperature globali, il 2016 è stato l’anno più caldo mai registrato in Nuova Zelanda dal 1909, con temperature che hanno superato la media annuale di 0,51-1,2 gradi in tutto il Paese. E adesso si temono gli impatti che questo può avere sulla fauna del Paese. Secondo i ricercatori, i pinguini dagli occhi gialli si sono trovati sull’orlo dell’estinzione proprio a causa delle difficoltà nel procacciarsi il cibo causate dai cambiamenti climatici. A rischio anche il tuatara: il sesso dei piccoli è influenzato proprio dalle temperature e più fa caldo e più la specie genera dei maschi, cosa che significherebbe la fine del rettile. Poi c’è il kea, oggi alle prese con un maggior numero di nuovi predatori da cui guardarsi, come ratti ed ermellini che con le temperature più calde si spostano a vivere ad altitudini più elevate. Ora, i ricercatori chiedono alla Nuova Zelanda un piano per affrontare gli impatti dei cambiamenti climatici sulla natura per salvare le specie autoctone e di ridurre urgentemente le emissioni. 

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?