Carrefour in Cina venderebbe carne di cane: è la notizia che rimbalza da ore sui social network. A rilanciarla anche il Washington Post e il Sole24ore.

Petizione choc

In una denuncia di AnimalAsia, una organizzazione animalista che si occupa di Cina ed Estremo Oriente, si parla della presenza di carne canina in un paio di market della catena francese a Xuzhou, nella provincia dello Jiangsu. La ong ha lanciato anche una petizion per chiedere la messa la dando di questo tremendo commercio. (Clicca qui)

In uno scatto riportato dal Washington post, mostra un prodotto venduto dalla catena francese con il nome di turtle-juiced dog meat (letterlamente carne di cane in brodo di tartaruga), che costa 136 RMB (circa 20 euro) per 900 g (2 libbre). Secondo Jill Robinson di AnimalAsia, come riporta il Sole24ore, il gigante francese della distribuzione aveva assicurato nel 2012 agli animalisti che avrebbe cessato il commercio di questi prodotti. Per Irene Feng, Direttrice Tutela Cani e Gatti ad Animals Asia, “in Cina sono ben poche le persone che si aspettano di trovare un supermercato che vende prodotti contenenti carne di cane. Il consumo di cani e gatti riguarda una frangia limitata di persone, ed è considerato qualcosa che appartiene al passato dai giovani e dalla classe media“.