cani

L’importanza dell’educazione del cane…

di Veronica Gioè

| Pubblicata il: 13/01/2018 – 18:50:37

Letto 380 volte

Ogni anno è sempre maggiore il numero di cani che vengono accolti nelle nostre case come membri effettivi della famiglia creando sempre di più una relazione affettiva che lega i proprietari ai propri cani.  

A Marcello Messina, istruttore cinofilo, abbiamo chiesto l’importanza dell’educazione del cane.

Perché educare il proprio cane?

Educare il proprio cane ci permette di relazionarci ad esso nel modo migliore possibile, evitando ogni problema di convivenza sia in casa che fuori. L’educazione è molto importante in quanto assicura al nostro amico a quattro zampe d’avere rapporti socievoli e non pericolosi con gli altri compagni o con le persone estranee. Quando si educa un cane, non bisogna assolutamente pensare che si tratterà di un’attività semplice e rapida”.

Cominciamo da casa!

Educare il proprio cane non vuol dire solo portarlo un’ora alla settimana al campo di addestramento. Certo questo non deve mancare, ma il primo lavoro, forse il più importante va fatto fra le mura domestiche. Si comincia dall’impostazione della corretta “comunicazione”. Successivamente consiglio sempre di frequentare delle scuole accreditate che vi possono seguire passo dopo passo.

Personalmente amo seguire i miei clienti anche oltre la semplice lezione, ormai tramite la tecnologia è più immediato il confronto, così da poter aiutare anche in mia assenza il binomio”.

Come riconoscere un bravo educatore cinofilo?

Un bravo educatore innanzitutto deve essere qualificato, sembra una cosa scontata ma moltissimi non sono ne diplomati presso scuole di formazione e non sono accreditati.

Ci sono diversi enti che riconoscono questa figura: fra le più serie abbiamo ANPC, APNEC, AIECI, ENCI, INPETRA ,ETC. Normalmente almeno il primo incontro viene svolto a domicilio per prendere contatto correttamente con voi e il vostro cane: il percorso di educazione non vi insegnerà solo dei comandi, ma anche a comunicare correttamente con il vostro cane, ad interpretare i suoi segnali e a gestire nel migliore dei modi anche i momenti di svago come ad esempio il gioco o la passeggiata. 

Non costringerà mai con la forza il vostro cane a fare qualcosa a tutti i costi, ma vi insegnerà a capire e rispettare gli eventuali limiti del vostro cane non utilizzerà mai strumenti di lavoro coercitivi”. 

< Torna indietro

© Palermomania.it – Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Palermo n° 15 Del 27/04/2011

Lascia un tuo commento

Questo articolo ha ricevuto commenti!

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?