Un Pastore Tedesco di 12 anni è stato salvato ormai allo stremo delle forze dopo aver trascorso 72 ore dentro una dolina. Il cane era scomparso il 4 febbraio a Parkville, a nord di Kansas City. La famiglia Van Valekenburgh lo ha cercato ovunque. Ma con il passare del tempo le ore sono diventate giorni. 

«Avevo paura che fosse caduto e annegato nel lago vicino a casa nostra» raccontava preoccupata la sua proprietaria Lisa Van Valekenburgh. Ma nonostante questi timori non si è persa d’animo, ha continuato a vagare a piedi sin quando ha sentito un flebile lamento provenire da sotto terra. Maverick, questo il nome del cane, era caduto in una dolina, una conca chiusa che spesso si trasforma in laghetto. Quando il marito e il figlio sono scesi, il cane era allo stremo delle forze, quasi completamente sommerso dal fango.  

Temendo di farlo ulteriormente sprofondare nella melma, la famiglia ha chiamato i soccorsi. Sono servite ben due ore di intervento per riuscire a riportarlo in superfice. «Hanno dovuto scavare sotto di lui per riuscire a liberarlo dal fango che lo aveva inghiottito». Molto debole e gravemente disidratato, Maverick è stato trattato per tre giorni con flebo e antibiotici. 

L’incidente ha lasciato un bel po’ di problemi di salute: al di là dell’elevata quantità di fango inghiottito, Maverick ha perso alcuni denti, un po’ di irritazione della pelle e deve tenere il pannolino perché non riesce a controllare la sua vescica. Ma con il tempo probabilmente tutto si risolverà, quel che importa è averlo trovato vivo. 

Licenza Creative Commons
Alcuni diritti riservati.

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************