«Oggi in Via delle fonti a Prato ho incontrato questo peloso. Come potete vedere dalle foto lo stato in cui vive è pietoso. Non ha una cuccia dove potersi riparare e riposare in pace. Ha soltanto un materasso lercio messo sotto a una piccola tettoia». A scrivere è il cantante Francesco Guasti e il cane in questione è uno dei tanti che, sempre più spesso, vengono tenuti in aziende cinesi senza adeguate tutele.  

«Mentre facevo la foto ho controllato se all’interno del cancello dell’azienda ci fossero delle ciotole con il cibo e l’acqua, ma niente – continua il cantante -. Condividiamo il più possibile e informiamo tutti le autorità. Insieme possiamo fare tanto e cambiare questo mondo di m». Un appello raccolto da molte persone, dagli animalisti a semplici cittadini. 

Anche la politica si è interessata della vicenda. «C’è stato un primo sopralluogo da parte delle autorità – racconta Guasti al quotidiano La Nazione –. Poi il Sabato santo sono arrivate le guardie zoofile e hanno tratto in salvo il cane. I padroni sono usciti dal primo piano dello stabile, dove c’erano anche degli appartamenti. Sembravano quasi non capire cosa stesse succedendo. Ma a loro il messaggio deve passare chiaro: i cani non possono essere tenuti in simili condizioni». 

Quello di questo cane non è l’unico, «In città ci sono troppe situazioni al limite – conclude Guasti – E alcune di queste avvengono all’interno dei capannoni cinesi. A volte le guardie hanno le mani legate e non possono intervenire. Ma non deve passare il messaggio che i cani possano vivere nelle gabbie, senza spazi per muoversi o in situazione di degrado e sporcizia». 

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?