Lunedì, 16 Maggio 2016 10:47

ovile sardoObiettivo: limitare la possibilità di circolazione virale nel territorio isolano. Necessario garantire la movimentazione intra ed extra regionale degli animali della provincia di Cagliari.

Considerata la situazione dei territori sottoposti a restrizione per febbre catarrale degli ovini e dopo la rilevazione della sieroconversione per BTV4 nella provincia di Cagliari, la Giunta della Sardegna ha decretato un programma vaccinale obbligatorio. Il decreto- pubblicato sul Bollettino Regionale- prende le mosse dalle risultanze dell’Unità di Crisi Regionale e sul documento tecnico elaborato dall’Osservatorio Epidemiologico Regionale (OEVR).
Le operazioni di vaccinazione dovranno essere concluse entro il 30 giugno 2016. Il provvedimento resta in vigore fino al 31 dicembre di quest’anno.

Vaccinazione– In premessa, il decreto cita una disponibilità della Regione di  1.270.000 dosi di un vaccino (BTVPUR ALSAP 2‐4 ‐ lotto 412445 ‐ scadenza 03/12/2015-) per il quale, il Ministero della Salute ha in primo luogo autorizzato la verifica di efficacia da parte dell’Istituto Zooprofilattico dell’Abruzzo e Molise e successivamente rilasciato il nulla osta per l’immunizzazione dei capi appartenenti alle specie sensibili alla Blue tongue.
I principali obiettivi del programma vaccinale nei confronti del BTV4 sono innanzitutto di limitare la possibilità di circolazione virale nel territorio isolano (Allegato 1 del decreto) e i danni ad essa conseguenti; in secondo luogo di consentire la movimentazione intraregionale ed extraregionale degli animali delle specie recettive alla Blue tongue dalla zona di restrizione per il sierotipo 4.

Misure di profilassi indiretta: programma di vaccinazione obbligatoria per l’anno 2016 –  Sono soggetti alla vaccinazione obbligatoria tutti gli ovini, caprini e bovini secondo il programma di vaccinazione allegato al decreto; le operazioni di vaccinazione sono registrate con l’utilizzo della modulistica (Allegato 2) predisposta dalla Regione. Gli animali delle specie recettive individuati come “sentinelle” per lo svolgimento del programma di sorveglianza sierologica nel “Sistema Informativo Nazionale Blue Tongue” sono esclusi dalla vaccinazione.

Movimentazione intraregionale- Gli animali delle specie recettive alla febbre catarrale degli ovini, situati all’interno del buffer rappresentato nell’ Allegato 1 e destinati ad aziende localizzate al di fuori della zona individuata dallo stesso allegato, possono essere movimentati a condizione che siano stati sottoposti al protocollo vaccinale di cui al presente provvedimento. La movimentazione per immediata macellazione degli animali delle specie recettive alla febbre catarrale degli ovini, situati all’interno del buffer, viene effettuata secondo le disposizioni del Reg. CE 1266/2007.

Gli animali delle specie recettive della provincia di Cagliari situati al di fuori del buffer e destinati alla movimentazione a vita al di fuori del territorio provinciale devono essere sottoposti ad immunizzazione nei confronti del sierotipo 4 secondo quanto previsto dalla normativa comunitaria e nazionale di riferimento.

Pena sanzioni e perdita del diritto all’indennizzo, i proprietari o detentori degli animali recettivi devono garantire la massima collaborazione per lo svolgimento delle operazioni di profilassi, provvedendo in particolare al contenimento degli animali.

————–
Decreto n. 22 del 04 maggio 2016 – Misure di controllo nei confronti della febbre catarrale degli ovini – programma vaccinale obbligatorio BTV4, anno 2016.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?