Torna l’incubo bocconi avvelenati a Genova dopo segnalazioni provenienti da diverse parti della città e la morte di un cane a San Fruttuoso.

Le cosiddette “esche” hanno fatto una vittima in salita Nostra Signora del Monte, e altre sono state avvistate in via Donaver, vicino a Villa Imperiale, luogo molto frequentato da cani e padroni. Ma i ritrovamenti sono avvenuti anche in via Aspromonte, zona Carignano, e in via Vezzani, a Rivarolo. E nei giorni scorsi è scattato l’allarme dopo che due cani sono stati trovati sofferenti nel giardino di un’abitazione privata, lasciando pensare a un avvelenamento.

L’episodio è avvenuto in via del Palazzo, e i due quattro zampe, complice l’ansia legata alle frequenti segnalazioni di bocconi, sono stati immediatamente portati dal veterinario, che li ha sottoposti (come previsto in casi di sospetto avvelenamento) a flebo di vitamina K in attesa di chiarire le cause del malessere. I medici della clinica veterinaria della Foce, però, dopo gli esami hanno escluso che possa trattarsi di avvelenamento, con grande sollievo della padrona.

La preoccupazione nei quartiere però resta, e sui social network sono frequentissimi gli aggiornamenti sugli avvistamenti di bocconi o spugne fritte, una rete di aggiornamenti postati per impedire che il caso di San Fruttuoso possa ripetersi.