Leggendo la lettera “scritta” da quattro cuccioli abbandonati ho rivissuto la storia del nostro Ares. Mio figlio si sta per laureare in veterinaria e quattro anni fa lesse in bacheca che avevano trovato 11 cuccioli appena nati abbandonati per strada in uno scatolone, per fortuna loro in una zona relativamente vicina alla facoltà dove furono presi e dati immediatamente a dei volontari per accudirli e in quell’occasione mio figlio li vide per la prima volta. 

Dopo due mesi di amorevole assistenza, trattamenti con ferormoni appaganti per compensare quelli naturali trasmessi dalla mamma nell’allattamento e che rassicurano il cucciolo, venne dato il via libera per le adozioni e naturalmente mio figlio volle andare a vedere solamente come erano cresciuti… La sera stessa Ares arrivò a casa nostra.  

Tutte le attenzioni dei volontari e dei veterinari però non hanno potuto trasmettere a Ares l’imprinting che solo una mamma può trasmettere ai suoi cuccioli e infatti i primi anni sono stati un po’ complicati: Ares non accettava la gerarchia del branco e faceva di tutto per cercare di imporsi come maschio Alfa all’interno della famiglia. Con tanta pazienza e con l’aiuto di un addestratore comportamentalista siamo riusciti a far capire a Ares quale è il suo posto all’interno del branco. Si può dire che Ares ha due anime: una giocherellona dell’alano, quando decide che vuole ricevere o fare le coccole è dolcissimo altre volte diventa quasi selvatico e se ne sta per i fatti suoi senza cercarti minimamente … sicuramente il lato del lupo. 

E’ sempre con noi, ama il mare starebbe sempre nell’acqua ma è la montagna sia d’estate che di inverno che lo trasforma acquisisce una carica pazzesca: sembra che sia proprio il suo habitat naturale: più neve c’è meglio è, non rientrerebbe mai a casa… Ares è fantastico lo adoriamo così con la sua doppia personalità… in fondo è come avere 2 cani… 

Vorrei solo dire a chi si appresta ad adottare cani di questo tipo (abbandonati alla nascita e privi dell’imprinting materno) di farsi prima un esame di coscienza e valutare se sono in grado di affrontare eventuali problemi che potrebbero presentarsi. Sarebbe durissimo per lui essere di nuovo abbandonato perché il suo nuovo amico si rende conto di avere un cane di non facile gestione. Se per un qualsiasi cane ci vuole tanto amore, rispetto, comprensione e anche autorevolezza per i trovatelli appena nati ci vuole molto ma molto di più. 

LUCA MARCHISIO  

**********  

La rubrica “Amici per La Zampa, le storie” viene pubblicata ogni lunedì, mercoledì e venerdì. Aspettiamo anche la vostra!  

Volete scriverci la vostra storia? Ecco come fare:  

– inviate le vostre storie (corredate da una foto o un video) all’indirizzo lazampa@lastampa.it (indicando nell’oggetto dell’e-mail la parola STORIE)  

– indicate come volete che venga firmata la storia  

– indicate un recapito telefonico per chiedervi eventuali informazioni aggiuntive  

Vi aspettiamo numerosi!  

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?