Lunedì, 04 Aprile 2016 12:23

franceschiniRevisione della disciplina circense con graduale dismissione degli animali. Lo prevede la riforma delle attività culturali presentata dal Ministro Dario Franceschini.

Il provvedimento (Ddl 2287) detta i princìpi fondamentali dell’intervento pubblico a sostegno del cinema e dell’audiovisivo e dello spettacolo dal vivo “in quanto attività di rilevante interesse generale”, circhi compresi.
Con particolare riferimento alle attività circensi, il Ddl-Franceschini rinvia all’adozione di un successivo decreto legislativo che dovrà rispettare il seguente criterio direttivo speciale: “revisione delle disposizioni in tema di attività circensi, specificamente finalizzate alla graduale eliminazione dell’utilizzo degli animali nello svolgimento delle stesse”.

Il decreti delegati andranno adottati entro dodici mesi dall’entrata in vigore del Ddl Franceschini. Prevista inoltre l’adozione di un “Codice dello spettacolo”, “anche modificando ed innovando le disposizioni legislative vigenti”. Il Codice- sotto forma di testo normativo unico- intende conferire al settore un assetto più razionale e organico e conforme ai principi di semplificazione e volto a incentivare e migliorare la qualità artistico-culturale delle attività, nonché della fruizione da parte della collettività.

Il Ddl del Ministro Franceschini è stato presentato in Senato come collegato alla manovra finanziaria 2016.

Nel 2014, nel corso del semestre di presidenza italiana dell’Europa-  il Governo- rappresentato in Parlamento dal Sottosegretario Vito De Filippo– aveva accolto l’impegno ad armonizzare la normativa nazionale con la direttiva 1999/22/CE per delimitare l’applicazione della legge 18 marzo 1968, n. 337, su circhi e spettacoli viaggianti a strutture effettivamente itineranti, evitando così antinomie con il decreto legislativo n. 73 del 2005 di recepimento della medesima direttiva 1999/22/CE. L’impegno era stato accolto nell’ambito di una mozione presentata dalla deputata Gagnarli, della quale invece il Governo non aveva accolto la sollecitazione a farsi promotore di una disciplina europea finalizzata al divieto dell’utilizzazione di animali nei circhi, negli spettacoli e nelle mostre itineranti.

Sull’impiego di animali per finalità ludiche, nel 2015 era stato avviato un Gruppo di lavoro da parte del Comitato Nazionale di Bioetica di Palazzo Chigi. Con il nuovo anno, il gruppo non è stato ricostituito.

Sui contributi in favore delle attività circensi e di spettacolo viaggiante, la deputata Maria Valentina Vezzali nel 2015 aveva presentato una interrogazione al Ministro Franceschini chiedendone la progressiva riduzione fino all’azzeramento. L’atto parlamentare risulta essersi concluso con il ritiro da parte della proponente.
————————–
pdfDDL_2287.pdf338.66 KB
Disciplina del cinema, dell’audiovisivo e dello spettacolo e deleghe al Governo per la riforma normativa in materia di attività culturali

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?