La sua prima parola sarà “scoiattolo”?

Chiacchierare con il proprio amico a quattro zampe è un’abitudine tipica dei padroni. Chiunque viva con un animale si sarà sicuramente ritrovato a parlargli con voce “acuta e stupida”, immaginando le risposte dell’amico peloso. Secondo psicologi e veterinari l’abitudine di parlare al proprio gatto o cane è salutare per il padrone tanto quanto per l’animale. Ma Amazon ha intenzione di rivoluzionare questa abitudine con la tecnologia.

Secondo il gigante dell’ecommerce statunitense entro dieci anni saremo in grado di conversare liberamente con gatti e cani (o forse anche altri animali da compagnia). Una follia? Una trama perfetta per un film? No, tutto il contrario. Amazon infatti sta lavorando alla realizzazione di un traduttore automatico che sappia riconoscere i versi del nostro animale domestico, traducendo e spiegando quello che sta cercando di dirci. Stando alle prime previsioni, Amazon conta di lanciare questo dispositivo entro il 2027-2028.

amazon - traduttore

Amazon sta lavorando a stretto contatto con antropologi, scienziati e biologi per riuscire a realizzare questo traduttore per animali domestici. L’idea è quella di applicare a un’intelligenza artificiale con apprendimento automatico l’esperienza raccolta sul campo da parte del biologo Con Slobodchikoff. Il professore della Northern Arizona University ha studiato per 30 anni i cani della prateria -i quali sono roditori, però- e il suo lavoro sarà, secondo Amazon, di grande aiuto. Questa specie sarebbe infatti perfetta per testare il funzionamento e il progresso del dispositivo di traduzione. Questi animali infatti hanno un sofisticato sistema di linguaggio, decodificato in parte dall’uomo anche grazie agli studi di Con Slobodchikoff. Secondo Amazon se l’intelligenza artificiale riuscisse a tradurre i richiami di questi simpatici roditori sarebbe pronto anche atradurre i versi dei nostri cani o gatti.

Studiare e decodificare il linguaggio animale richiede una quantità di dati immense, è un lavoro estremamente complesso. Grazie però ai progressi fatti nel campo dell’intelligenza artificiale alcune aziende stanno iniziando a studiarli e “tradurli”. Pronti a parlare liberamente con il vostro animale nel giro di pochi anni?

Fonte

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?