Martedì 1 Dicembre 2015, 09:43

di Simone Nocentini

ROMA – Sempre più spesso ci ritroviamo di fronte a dei comportamenti umani sconcertanti. L’ultimo esempio lampante ci arriva direttamente da Facebook, dove negli ultimi giorni si è scatenata una vera e propria gara ironica nei confronti della cantante Adele, incolpata di essere troppo ‘triste’ e presa di mira, per questo, sulla bacheca del suo prossimo concerto all’Arena di Verona (28-29 Maggio 2016).    Non sono le battute e l’ironia ad essere sotto accusa, né tantomeno il tentativo di alcuni importanti brand di cavalcare l’onda virale dell’evento e di mettersi in mostra con intelligenti operazioni di marketing. Ad essere condannati sono i tentativi, di alcuni utenti, di mettersi in mostra davanti al grande pubblico, attraverso la pubblicazione di contenuti tranquillamente evitabili (pornografia e maltrattamento degli animali) e, nella maggior parte dei casi, falsi.  Uno di questi è la foto di un povero cane legato ad una ringhiera: “Stasera io ed un mio amico non avevamo un cazzo da fare, così abbiamo deciso di fare una cosa molto interessante. in poche parole se il post non arriva a 30 mila commenti entro le 24:00 uccideremo il cane nella foto. Come potete già vedere è anche legato, pronto per essere strozzato. A voi la scelta“, scrive l’utente a corredo della foto. Poi, qualche minuto più tardi, sempre lo stesso utente, pubblica un’altra foto dove minaccia di strangolare un altro cane, questa volta un cucciolo.  Logicamente si scatena una vera e propria caccia all’uomo su Facebook, ma la prima foto è un falso, un fake: in realtà si tratta di un cane ucciso brutalmente nel 2013, a Roma, nel quartiere San Basilio. E dubitiamo che alche la seconda immagine possa essere vera.  I commenti su Facebook 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?